È l’Ortigia ad aggiudicarsi il derby siciliano con la Nuoto Catania

C.C. ORTIGIA – NUOTO CATANIA 11-10 (4-3/2-2/3-2/2-3)

C.C. Ortigia: Caruso, Cassia 1, Abela, Jelaca 1, Di Luciano 2, Farmer 2, Giacoppo, Español Lifante 1, Rotondo 1, Giribaldi, Susak 1, Napolitano 2, Pellegrino. Allenatore: Stefano Piccardo

Nuoto Catania: Risticevic, Lucas 1, Jankovic 1, Buzdovacic, Catania 3, Russo, Torrisi 1, Scebba, Kacar 1, Privitera 2, D. Presciutti, Cuccovillo 1, Castorina. Allenatore: Giuseppe Dato

Arbitri: Massimo Savarese (Vado Ligure) e Luca Castagnola (Recco)

Superiorità: Ort 5/14 Cat 5/9

27 aprile 2019 – È l’Ortigia ad aggiudicarsi il derby siciliano con la Nuoto Catania. I ragazzi di mister Piccardo vincono di misura una gara importantissima e, a due giornate dal termine, sono vicinissimi a confermare il quinto posto che vale l’accesso alla Final Six e soprattutto il piazzamento europeo. L’Ortigia parte subito bene con un micidiale uno-due in un minuto e mezzo, ma la Nuoto Catania rimane compatta e riesce a recuperare lo svantaggio. La partita è vivace e combattuta e i tentativi di allungo dell’Ortigia vengono sempre fermati dalla immediata risposta degli ospiti. A metà gara Giacoppo e compagni chiudono sul 6-5. Nel terzo parziale, per due volta arriva il massimo vantaggio (+3), ma gli etnei riescono ad accorciare subito le distanze. Nell’ultimo quarto, gli uomini di Dato si portano subito a una sola lunghezza. L’Ortigia mantiene la calma e, prima con Farmer, poi con una fuga solitaria di Di Luciano conclusa con un diagonale potente, si porta sull’11-8. Le due squadre a quel punto sembrano stanche e sprecano molto, la Nuoto Catania riesce a segnare ancora e si porta a un solo gol di distacco quando però ormai mancano 7 secondi alla sirena. L’Ortigia vince e continua a sognare. Dopo la sosta ci sarà il Recco e infine si chiuderà in casa con il Trieste. Poi sarà Final Six.

Commento del tecnico dell’Ortigia Stefano Piccardo: “Avevamo bisogno di vincere, perché abbiamo lavorato bene in queste settimane. Sono molto contento di come abbiamo giocato molti movimenti sull’uomo in più. Abbiamo commesso qualche errore su almeno tre gol, è vero, ma sono contento in generale di come la squadra ha difeso. Una buona tappa di avvicinamento verso la Final Six”.

Il tecnico biancoverde torna a sottolineare il valore della stagione che l’Ortigia sta compiendo: “Credo che se questa squadra arriva alla Final Six per il secondo anno di seguito, fa un risultato eccezionale. Abbiamo totalizzato gli stessi punti fatti nel girone di andata con Vapenski. Sfido qualsiasi dei nostri avversari a rinunciare ad uno dei giocatori migliori e fare gli stessi risultati. Ecco perché mi stupisco di alcune critiche che leggo o sento circa il comportamento di questa squadra. Credo che dobbiamo imparare tutti ad avere più equilibrio, sia nella vittoria che nella sconfitta, senza perdere di vista gli obiettivi e il reale valore di una squadra”.

Capitan Massimo Giacoppo esprime la sua felicità per il ritorno alla vittoria: “Era una partita delicata dal punto di vista mentale. Abbiamo avuto un ottimo approccio, imponendo il nostro gioco e il nostro pressing e facendo la nostra partita fino alla fine. La stanchezza, in questa fase della stagione, è una cosa con cui bisogna fare i conti, soprattutto dopo aver fatto tantissime partite tra campionato, coppa Italia e coppa Len. Però siamo riusciti a gestire bene tutto, sia la stanchezza che l’ansia e la tensione”.

Autore dell'articolo: ma1tv

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *