“A corto di legalità”, oggi la giornata conclusiva

Politiche Educative nell’ambito del “Piano dell’Offerta Formativa” e coordinato da Giuseppe Prestifilippo.
L’evento si è svolto in coincidenza con la “Giornata regionale del ricordo e della legalità” e del “Forum permanente contro la mafia e la criminalità organizzata”, istituiti dalla Regione lo scorso anno. Sette gli Istituti comprensivi che hanno aderito al progetto: Costanzo, Martoglio, Giaracà, Brancati, Archimede, Chindemi e Santa Lucia. Gli studenti di ciascun Istituto hanno realizzato un loro cortometraggio che è stato proiettato in aula.
Nel suo intervento introduttivo il sindaco, Francesco Italia, ha ricordato la grande importanza del confronto e del dibattito sui temi del progetto, ricordando l’impegno dell’Amministrazione per la crescita responsabile degli alunni delle scuole del territorio, attraverso la creazione di efficaci strumenti di difesa, la presa di coscienza del problema della legalità intesa come lotta all’emarginazione, al disagio, alle mafie e alla corruzione, in quanto fenomeni presenti nella società e nella scuola, da combattere ed eliminare.
Oltre al Sindaco, erano presenti il presidente del Consiglio comunale Moena Scala, gli assessori Giovanni Randazzo e Pierpaolo Coppa, nonché i rappresentati delle altre istituzioni civili, militari e religiose della città.
Al progetto hanno dato il loro contributo i magistrati Antonio Nicastro, Michele Consiglio, Carmen Scapellato, il presidente del Consiglio comunale, Moena Scala, il vice sindaco Giovanni Randazzo, l’avvocato Sofia Amoddio, il segretario generale del Comune Danila Costa, il dirigente dell’Officina Educativa, Loredana Caligiore, il regista Manuel Giliberti e l’attore Attilio Ierna. I temi trattati sono stati l’educazione ambientale e stradale, il contrasto alle forme di bullismo e cyberbullismo, le buone pratiche educative, l’accoglienza e l’integrazione, l’uso corretto della rete, il lavoro minorile, l’evasione fiscale, il rispetto dei beni comuni, la prevenzione da ogni forma di violenza dentro e fuori la scuola.
Ai primi tre posti quest’anno si sono classificati rispettivamente il comprensivo Santa Lucia con “Una voce nel vento”; il Costanzo con “Non smettere mai di sognare”; e il Brancati con il corto “Il silenzio è d’oro”.
Riceveranno un premio in denaro messo a disposizione dalla Fondazione “Siracusa è Giustizia”, presieduta da Ezechia Paolo Reale.

Autore dell'articolo: ma1tv

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *