Occorre un milione e mezzo per risistemare l’ospedale Umberto I

Occorrerebbe circa un milione e mezzo di euro per eseguire un intervento di manutenzione straordinaria all’ospedale Umberto primo. Si tratta di calcoli approssimativi ma per certi versi aderenti al tipo di intervento che necessita eseguire per scongiurare il rischio di nuovi cedimenti di solai e di calcinacci che mettono a repentaglio l’incolumità dei pazienti, dei sanitari, degli operatori e dei cittadini. Gli interventi da effettuare prevedono la realizzazione del pavimento galleggiante sul terrazzo del nosocomio in modo da renderlo impermeabile alle infiltrazioni d’acqua piovana. Va eseguita una radiografia intradosso dei solai del quarto piano, bisogna intervenire in quei servizi sanitari laddove vi erano delle perdite di acqua e bisognerebbe ripensare alla ripavimentazione delle corsie e delle stanze soggette a infiltrazioni. “Nessun problema sul reperimento della somma necessaria per gli interventi straordinari – dice l’ex parlamentare all’Ars, Enzo Vinciullo – la Regione ha svincolato la somma di 19milioni e 780mila euro destinata a tutte le Asp della regione. Di quella partita di denaro, il 10% avrebbe dovuto essere destinata alla nostra provincia. Non so per quale sciagurato conteggio, all’azienda sanitaria siracusana sono arrivati soltanto 290mila euro. Ciò detto, servirebbe fare pressioni perché le somme provenienti dai ribassi d’asta, che tornano obbligatoriamente all’assessorato regionale alla Salute, fossero impiegati per le esigenze dell’ospedale Umberto primo”.

Intanto, a margine dell’audizione del sindaco di Noto, Corrado Bonfanti, alla sesta commissione dell’Ars, l’assessore regionale alla Salute, Girolamo Razza ha riferito che è pronta la relazione tecnica sull’area del nuovo ospedale di Siracusa. L’emergenza all’Umberto primo non fanno altro che incrementare l’esigenza di stringere i tempi per la realizzazione di un nuovo ospedale. “Non possiamo continuare a sperare nella buona sorte – ha commentato il deputato regionale del 5S, Giorgio Pasqua, componente della sesta commissione – Ero presente, l’anno scorso, alla consegna, da parte del Ministro della Salute Giulia Grillo all’assessore regionale Razza, del decreto di assegnazione dei 120 milioni di euro per la realizzazione della nuova struttura”. All’assessore Razza, il deputato pentastellato ha lanciato l’idea di convocare una conferenza di servizi sul tema per capire qual è lo stato dell’arte e proporre soluzioni contestuali per dare il là al nuovo ospedale.

Autore dell'articolo: ma1tv

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *