La parlamentare Ternullo: Acqua Azzurra non nel dimenticatoio

Onde di 12 / 13 metri, hanno ,messo in ginocchio non solo l’azienda Acqua Azzurra, ma soprattutto le famiglie di tutto un indotto ittico, la perdita dell’80% delle gabbie di produzione ha esortato, Alessandro Puglisi Cosentino, una conseguente richiesta di aiuto alla Regione e nelle istituzioni Locali, che pur essendo presenti hanno la necessità di tempistiche, pur se brevi ma necessarie, Puglisi, dichiara inoltre la quasi totale chiusura dell’impresa, poiché vi è stato un abbattimento, della produzione da 120-140 tonnellate a circa 20-25 tonnellate, con un perdita produttiva di circa 700 mila euro mensili, attaccando bruscamente la Regione ed accusandola di aver perso fin troppo tempo, poiché non si è intervenuti tempestivamente ne con le banche, ne con uno stralcio delle cartelle esattoriali, visto che si parla di calamità naturali la cui portata è stata distruttiva. L’Onorevole Ternullo si attiva non appena ricevuta notizia dal Puglisi, attivando la macchina della collaborazione, con L’Assessore Edy Bandiera che ha seguito la triste vicenda sin dai primi giorni, il quale mi ha informato degli sviluppi, con la presentazione nella giornata di martedì di un emendamento in merito alle necessità della società Acqua Azzurra. Replica L’onorevole Ternullo, la mia vicinanza è reale e seguirò la vicenda fino alla risoluzione della questione, poiché non devono esistere problemi ma dobbiamo essere portatori di soluzioni, logiche e fattive, perché è impensabile che dei padri di famiglia possano perdere il loro posto di lavoro e che si stia a guardare inermi, ponendo la la fiducia nell’ assessore di competenza e del governo Musumeci.

Autore dell'articolo: ma1tv

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *