Siracusa: Fuggiva dall’ospedale dopo aver praticato aborto con metodi artigianali: donna libica salvata dalla polizia

Nella mattinata di ieri, l’Agente in servizio presso il Posto di Polizia dell’Ospedale Umberto I interveniva presso il Reparto di Ginecologia – Gruppo Parto, per una donna (classe 1976) di nazionalità libica che, secondo i medici in servizio, aveva tentato di praticare un aborto ingerendo degli infusi di erbe, trovandosi, comunque, oltre la 14° settimana di gestazione.
Mentre il Poliziotto cercava di ricostruire l’intera vicenda chiedendo ulteriori notizie ai medici del reparto, la donna, eludendo la sorveglianza dei sanitari, si allontanava arbitrariamente.
Intuendo con facilità il grave pericolo di vita in cui versava la signora e, conseguentemente, il feto che portava in grembo, l’Agente della Polizia chiedeva l’intervento delle Volanti che, poco dopo, la rintracciavano nelle vie limitrofe della struttura ospedaliera, in evidente stato di malessere, e la accompagnavano in Ospedale dove veniva ricoverata e sottoposta alle necessarie cure mediche.
La donna veniva curata e monitorata, le sue condizioni e quelle del feto sono stabili e buone.

Autore dell'articolo: ma1tv

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *