Noto, riparte il progetto “Spiagge sicure” firmato AVCN

Per l’ottavo anno di fila Lido di Noto vedrà il preziosissimo progetto “Spiagge sicure” per volontà dell’Amministrazione Bonfanti e la professionalità della branchia dell’AVCN di Noto. Preparati e coordinati da Saverio Torino e Mimmo Malandrino i 15 qualificati bagnini saranno gli “angeli custodi” dei bagnanti dalle 9 del mattino alle 19, tutti i giorni in due postazioni: seconda scaletta e scogli bianchi, tra le mete più affollate del litorale netino. I bagnini, che negli anni si sono fatti apprezzare per impegno e professionalità, si alterneranno in due turni garantendo vigilanza ed assistenza dal 1 luglio al 15 settembre. In campo non soltanto la preparazione ma anche attrezzatura e mezzi per il primo soccorso. “Il progetto affidato alla nostra Associazione(A.V.C.N.) – spiegano- ha acquisito una vera e propria forma, ben definita. Il servizio si avvale di regolare strumentazione perespletare questo tipo di attività, ma sono soprattutto i nostri bagnini, brevettati e ben motivati, la forza di questa presenza”.Negli anni il desiderio è stato quello di farsi trovare sempre pronti alle varie emergenze che possono capitare, e diventare  punto di riferimento per la sicurezza in spiaggia di tutti, e soprattutto capire dove e come intervenire. E una delle richieste che arrivavano dall’utenza era quella di poter permettere un bagno, nelle splendide acque del litoralenetino anche alle persone con difficoltà motorie.“E’ con particolare soddisfazione che ricordiamo e confermiamo nella nostra disponibilità,  presso la seconda scaletta, 2 job chair, la sedia nata proprio per lo spostamento in spiaggia e l’entrata in acqua a quanti presentano problemi di deambulazione.Il comune ha installato una passerella che arriva quasi sulla riva, creando un’ area delimitata da ombrelloni, dove i disabili arrivano con la propria sedia e vengono assistiti dai bagnini e volontari dell associazione. E’ davvero un passo in avanti sostanziale verso quella parità cercata e desiderata ma mai veramente realizzata”.E in questi anni si è assistito alla costante richiesta di questo servizio che ha indotto i volontari ad aumentare il numero delle job chair. “La felicità che si scorge nei volti di queste persone non haassolutamente prezzo e sulla spiaggia di Noto accade davvero tutti i giorni”.Tornando all’attività di assistenza e salvataggio ecco gli interventi che i bagnini si trovano più spesso ad affrontare ed a cui sono preparati: tagli e ferite varie,  punture d’insetto e i rimedi ai tentacoli urticanti delle meduse, malori dovuti a colpi di sole e di calore, oltre al rigido controllo del mare per evitare le scorribande da parte di moto d’acqua e barche che non rispettano la distanza dalla riva e quindi minano la sicurezza dei bagnanti ed infine i vari salvataggi in acqua causati da paura  problemi accidentali o incuria da parte dei bagnanti.”Per questo aspetto la nostra presenza sulle spiagge é importante e il rapporto instaurato con la capitaneria di porto di Avola/Noto e con le autorità competenti é molto forte.Una corretta azione di prevenzione sarebbe vana senza sinergia di quanti sono chiamati a tutelare la sicurezza e la corretta fruizione di spiagge e mare”.E adesso dopo l’ingresso ufficiale dell’estate tra qualche giorno, l’1 luglio il via alla stagione 2019. E.V.

Autore dell'articolo: ma1tv

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *