Siracusa, stagione balneare 2019: la Capitaneria incontra amministrazioni e gestori degli stabilimenti balneari

Nell’immediatezza della stagione estiva, per garantire la sicurezza dei bagnanti, la Capitaneria di Porto di Siracusa ha incontrato le Amministrazioni Pubbliche rivierasche ed i gestori degli stabilimenti balneari della giurisdizione, che va da “Penisola Magnisi” a Nord alla foce del “Pantano Longarini” a Sud di Portopalo di Capo Passero, con i quali attraverso un costruttivo confronto, ha affrontato gli argomenti di maggiore rilievo.

Durante l’incontro con i gestori delle strutture destinate alla balneazione sono stati rievocati i contenuti della vigente Ordinanza di sicurezza balneare n. 55 del 15 giugno 2016 e si è discusso di alcuni punti di maggiore criticità evidenziati dai partecipanti. Tra di essi anche i gestori di “solarium” o strutture assimilabili, pur se insistenti su aree private, ai quali si è ribadita l’applicazione dei medesimi obblighi previsti per i concessionari di stabilimenti balneari, al ricorrere delle condizioni previste nella predetta Ordinanza.

Ai fini della sicurezza e della salvaguardia della tutela dei bagnanti, l’Autorità Marittima ha sottolineato l’importante ruolo rivestito dagli stabilimenti balneari, capillarmente distribuiti lungo il litorale, trait d’union tra la stessa e gli utenti del mare,

L’unione fa la forza”: è questo l’invito lanciato dal Comandante del Porto di Siracusa a tutti i partecipanti, nella consapevolezza che ogni elemento è parte integrante ed imprescindibile di un insieme di interessi in campo, nell’univoco obiettivo primario della salvaguardia della vita umana in mare.

Anche il confronto tra i rappresentanti dei concessionari ed i rappresentanti delle Amministrazioni pubbliche e dell’Assessorato Territorio e Ambiente della Regione Sicilia che hanno partecipato alla riunione ha evidenziato la necessità di un’azione condivisa e di sinergia tra le forze in campo per assicurare la fruibilità in sicurezza del litorale costiero, individuando alcune criticità rilevate durante i precedenti sopralluoghi. Le tematiche trattate hanno riguardato criticità come l’interdizione di tratti costieri, la pulizia del litorale, la fruibilità delle aree demaniali marittime, il servizio di salvamento, la delimitazione delle zone di mare riservate alla balneazione.

Si rammenta che il rispetto delle regole fondamentali e dei precetti contenuti all’interno dell’Ordinanza di sicurezza balneare può, da solo, esser un valido strumento di prevenzione per poter fruire delle meravigliose risorse che la nostra terra offre in tutta sicurezza.

Si ricorda, altresì, che la Guardia Costiera di Siracusa è immediatamente contattabile per qualunque emergenza in mare al numero blu 1530, o chiamando il numero telefonico della Sala Operativa Locale 0931.481004.

Autore dell'articolo: ma1tv

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *