Opere pubbliche, in un anno 12 milioni di finanziamenti il sindaco Italia: ci aiuteranno a cambiare il volto della città

Dodici milioni di finanziamenti richiesti di cui quasi 9 già ottenuti. Questa l’attività dell’Amministrazione comunale sul versante delle opere pubbliche nel primo anno di vita, bilancio presentato dal sindaco, Francesco Italia, proprio stamattina a 12 mesi esatti dal suo insediamento. Alla conferenza stampa hanno partecipato alcuni degli assessori impegnati in questo percorso (Giovanni Randazzo, Giusy Genovesi, Fabio Granata e Fabio Moschella) e il capo di gabinetto Michelangelo Giansiracusa.
“Sono progetti – ha commentato il sindaco Italia – che contribuiranno a cambiare il volto della città, alcuni quali attesi da tempo. Sono i frutti del lavoro svolto in questo anno ai quali si aggiungono i programmi finanziati negli anni scorsi, come il Bando periferie e Agenda urbana, che comporteranno altri 40 milioni di euro di investimenti. Di questo risultato ringrazio gli assessori, i dirigenti, i funzionari amministrativi e tecnici”.
In tutto sono stati presentati undici piani, nove dei quali sono stati progettati dai tecnici comunali, uno è a progettazione mista e uno è stato affidato ad esterni. Il più corposo è un piano di social housing dal costo di 7 milioni di euro, con una quota di partecipazione privata, da realizzare nei pressi di Cassibile e che consentirà anche di eliminare, nella zona di Longarini, il problema del cattivo smaltimento dell’acqua piovana convogliandola nel torrente Mortellaro.
“L’importanza di questo risultato – ha aggiunto il sindaco Italia – non dipende dall’importo ma dagli effetti che avranno per la nostra città. È il caso dei 332mila euro di finanziamento già concesso per la progettazione di mitigamento del rischio idrogeologico nell’area dei Pantanelli e che è propedeutica a un’ulteriore concessione di fondi per l’intervento esecutivo vero e proprio”.
Sul piano sociale, poco più di 600mila euro sono stati concessi per il programma Isim (Integrazione sanitaria innovativa multilivello) per la gestione del fenomeno migratorio e che coinvolge anche l’Asp.
“Sono molto soddisfatto – ha concluso il sindaco Italia – perché, in un momento di difficoltà finanziaria generalizzata riusciamo a mettere in movimento gli investimenti pubblici che sono fondamentali per la ripresa economica del nostro territorio”.

Autore dell'articolo: ma1tv

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *