Meetup M5S Priolo :mancata realizzazione eliporto

Questa è l’ennesima occasione mancata che ci dà la misura dell’inerzia dell’amministrazione Gianni, che sembra navigare a vista non avendo alcuna pianificazione su interventi seri che potrebbero portare un minimo di concretezza ad una comunità sull’orlo del collasso. Ci riferiamo all’Eliporto in zona marina di Priolo ed alla sua mancata realizzazione. Nonostante tutte le congiunture spingessero verso un fattibile procedimento, il Sindaco invece han preferito presentarci la solita solfa del parcheggio dei camper, utilizzato in media da 2-3 camper nei giorni feriali e pochi di più nei fine settimana.
L’esperienza degli anni precedenti ci insegna che durante la stagione estiva si verificano in media da 2 a 4 eventi che necessitano dell’intervento dell’elisoccorso, costringendo i piloti ad atterrare ovunque ve ne sia la possibilità, senza segnalazioni a terra e con difficoltà enormi visto che si tratta di una normale strada carrabile con centinaia di auto parcheggiate ai lati dalla carreggiata.
Il sito di cui sopra, di proprietà ENEL, risulta essere uno dei migliori della zona per tale scopo, per posizione, logistica, ampiezza e facilità di intervento in loco.
La realizzazione sarebbe a costo zero per le casse comunali. L’ENEL, riteniamo, si farebbe carico dei costi necessari all’adeguamento della struttura.
Molte sono state, in passato, le interlocuzioni tra il Comune di Priolo e la direzione di ENEL Centrale Archimede, sulla possibilità di trovare un’area idonea per la realizzazione di un eliporto ed era stato individuato il sito appunto dell’ex area camper prospiciente la strada del lungomare di marina di Priolo. Ma proprio nel momento in cui si aspettava una soluzione positiva, ecco che il Sindaco ha pensato bene di scegliere la strada più semplice, non fare nulla; e chiedere con una semplice telefonata al Direttore di ENEL, di aprire un cancello e mettere a disposizione l’area per i camperisti, in barba alla sicurezza dei bagnanti priolesi.
Amministrare non è facile, lo sappiamo, ci sono mille difficoltà burocratiche, ma in questo caso si trattava solo di scegliere tra l’utile ed il futile.
Non vorremmo essere nei pani del Sindaco nella malaugurata ipotesi che un ritardato intervento dell’elisoccorso, possa fare la differenza tra la vita e la morte.

Autore dell'articolo: ma1tv

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *