Aveva in borsa un chilo e mezzo di droga, puerpera scarcerata

l gip del tribunale di Siracusa, Carla Frau, ha convalidato l’arresto operato dai carabinieri nei confronti di Margherita Urso di 31 anni, Corrado Greco di 35 e Sebastiano Maiorca di 44. Mentre per i due uomini ha disposto la conferma della misura cautelare in carcere, per la donna ha revocato la misura degli arresti domiciliari per applicare solo l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Difesa dall’avv. Junio Celesti, l’indagata ha ottenuto una misura meno afflittiva a seguito del suo avanzato stato di gravidanza e per il fatto di avere anche un bimbo in tenera età. La donna è stata arrestata dai carabinieri del nucleo investigativo del comando provinciale perché trovata in possesso di una borsetta contenente un chilo di cocaina e mezzo chilo di hashish.

Ha rigettato ogni addebito Corrado Greco, sostenendo di non sapere che la donna custodisse n ella borsetta l’ingente quantitativo di droga. Ma il giudice non gli ha creduto e ha confermato la misura che aveva già applicato in fase di arresto il pm Andrea Palmieri.

Rimane, invece, piantonato all’ospedale Muscatello di Augusta l’altri indagati, Sebastiano Maiorca che non è potuto comparire dinanzi al giudice per le indagini preliminari a causa del malore che lo ha colto al momento del blitz dei carabinieri nella sua abitazione.

La pattuglia ha intercettato il terzetto mentre rientrava a casa nella zona di via Algeri. Gli investigatori si sono insospettiti dal modo guardingo di procedere dei tre che si sono poi rifugiati in casa. I carabinieri hanno, quindi, fatto irruzione nello stabile in cui abitano i tre, e hanno eseguito un approfondito controllo.

Autore dell'articolo: ma1tv

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *