Canicattini, serbatoi d’acqua ormai al limite

«L’estate particolarmente calda ma soprattutto un repentino innalzamento dei consumi, il più delle volte del tutto improprio, in particolare  nelle aree periferiche e nelle contrade, stanno rischiando in questi giorni di far scattare l’emergenza idrica nella nostra città che in passato non ha mai avuto di questi problemi. Canicattini Bagni da questo punto di vista è stata sempre un’isola felice con tariffe tra le più basse di tutta la provincia. Ma l’abuso non è giustificabile».
Così il Sindaco di Canicattini Bagni, Marilena Miceli, dopo le segnalazioni di questi giorni da parte del Capo dell’Ufficio Tecnico, Geometra Giuseppe Carpinteri, di un forte abbassamento del livello di accumulo dell’acqua potabile nei serbatoi comunali.
«Stiamo lavorando per evitare che il livello nei serbatoi comunali scenda ancora di più – aggiunge l’Assessore ai Lavori Pubblici, Pietro Savarino – ma il problema di un eccessivo consumo dell’acqua dalla condotta pubblica resta e può essere scongiurato solo se i cittadini che in estate si trasferiscono nelle contrade, nelle case di campagna e di villeggiatura, si limitano ad usare il prezioso liquido solo per gli usi alimentari e non per riempire piscine o innaffiare i giardini, e chi resta in città evita gli sprechi. Un fenomeno che si era già verificato lo scorso anno danneggiando tutta la cittadinanza, per cui da quest’anno si è dovuti ricorrere ad applicare una nuova tariffazione che mette in condizioni di equilibrio, nell’utilizzo dell’acqua della condotta pubblica, quanti abitano nel centro abitato rispetto a coloro che invece risiedono o hanno una casa nelle contrade».
Richiamo ad una maggiore responsabilità e sensibilità da parte dei cittadini, dunque, quello del Sindaco Miceli e dell’Assessore Savarino, quest’ultimo impegnato a monitorare costantemente la situazione, per evitare di entrare nel vortice dell’emergenza  che creerebbe disagi a tutta la cittadinanza e alle varie attività produttive della città in questa stagione estiva che si presenta alquanto calda.
«Per scongiurare ciò – conclude il Sindaco Marilena Miceli – ho già dato disposizione per una intensificazione dei controlli da parte dei Vigili Urbani e del personale dell’Ufficio Tecnico, per individuare e sanzionare chi usa impropriamente l’acqua della condotta pubblica, penalizzando il resta della città».

Autore dell'articolo: ma1tv

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *